Habemus papam, habemus empanadas

empanadas

La nomina del nuovo Papa è stata un evento emozionante per molte persone nel mondo. Anche noi abbiamo seguito l’annuncio ed il discorso d’insediamento di Papa Francesco. Con un blog che si chiama “habemus pappam” non potevamo certo perdercelo!

E visto che il nuovo Papa è, per la prima volta nella storia, di origini argentine, abbiamo pensato di cucinare qualcosa di tipico di quella zona, in suo onore. E così, empanadas!

Premettiamo che non esiste una ricetta delle empanadas, è un piatto popolare, quindi ognuno ha la sua versione e lo farcisce con ciò che abbonda nella zona o nel frigo. Ingredienti più o meno sempre presenti nelle empanadas sono la carne di manzo, le cipolle, i peperoni e le spezie.

Qui vi riportiamo la versione che abbiamo provato. L’impasto per una decina di empanadas da 13 cm di diametro prevede:

  • 300g farina
  • 150ml acqua
  • 75g burro a temperatura ambiente
  • 5g sale

Per il ripieno:

  • 1 uovo
  • 250g carne di bovino tagliata a cubettini piccoli o tritata
  • mezza cipolla bianca
  • mezzo peperone rosso
  • olive verdi
  • mezzo cucchiaino paprika dolce
  • un pizzico semi di cumino
  • olio
  • sale
  • pepe

Per la cottura:

  • olio per friggere (oppure un uovo se si cuociono in forno)

empanadas 2

Preparare l’impasto mescolando farina, sale e acqua: aggiungere il burro e amalgamare il tutto. Coprire con la pellicola e mettere in frigorifero per 1 ora circa.

Nel frattempo preparare il ripieno soffriggendo la cipolla tritata finemente in un filo d’olio. Aggiungere la carne, farla rosolare e unire le olive tagliate a rondelle e il peperone privato di pelle e semi e tagliato a pezzettini. Regolare di sale e pepe aggiungendo anche la paprika e il cumino. Cuocere per una decina di minuti a fuoco basso e poi far raffreddare. Rassodare l’uovo, sgusciarlo e tagliarlo in 10 fette.

Passata l’ora, riprendere l’impasto dal frigorifero e stenderlo col matterello ad uno spessore di 2-3mm. Ricavare una decina di dischi dal diametro di 12-13cm (utilizzando un piattino o una tazza) e riutilizzando gli eventuali avanzi di impasto per ottenere altri dischi.

Bagnare il bordo di ogni disco con acqua, riempirli con un una o due cucchiaiate di ripieno e con una fettina di uovo sodo e chiudere a mezzaluna facendo aderire bene i bordi. Sigillarli bene il bordo ripiegandolo su se stesso e formando una sorta di orlo: partendo da un angolo dell’empanadas si porta di volta in volta il bordo verso l’interno fino ad arrivare all’altro angolo dell’empanadas… per capire meglio questo passaggio vi segnalo questo video.

Una volta riempiti e chiusi tutti i dischi di pasta, friggere empanadas in olio di semi. In alternativa è possibile cuocerle in forno a 190° per 15-20 minuti spennellandole prima con un uovo sbattuto.

Servire con spicchi di limone e salsa chimichurri (una salsa argentina che si può preparare tritando nel mixer aglio, prezzemolo, peperoncino, origano, sale e pepe e aggiungendo poi olio e aceto, perfetta anche per marinare la carne da grigliare).

¡Buen provecho!

empanadas 1

Messo il tag:, , , , , , , , , , , ,

3 thoughts on “Habemus papam, habemus empanadas

  1. Lessio marzo 18, 2013 alle 2:51 pm Reply

    Mamma mia che ricordi, che bontà..! Anche se devo dire che le più buone le ho mangiate in Cile, piuttosto che in Argentina. Ma alla fine… Francia o Spagna basta che se magna..!

    • habemuspappam marzo 20, 2013 alle 11:23 am Reply

      Alessio, ma tu non avevi una ricetta delle empanadas che ti aveva dato un tipo di un chiosco proprio in Cile?!? Se te la ricordi o ce l’hai ancora mandacela che proviamo anche la variante di Pizarro😉

  2. Lessio marzo 22, 2013 alle 12:46 am Reply

    Ma pensavo di avervela già mandata..! La devo ritrovare allora, le ho fatte (fare) a Roma l’anno scorso basandomi su quella ricetta, erano buonissime!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: