Identità Golose 2013 nel segno del “rispetto”

IG2013_01

Si è appena conclusa la nona edizione di Identità Golose, dal 10 al 12 febbraio 2013, che ha visto alternarsi sui palchi delle sale del MiCo (Milano Congressi) grandissimi chef italiani e stranieri per parlare al vasto pubblico presente nel più importante congresso del settore agroalimentare italiano. Tanti gli chef stellati che hanno parlato della loro vita, delle loro esperienze, delle loro cucine. Assieme a loro, i “nuovi leoni della cucina mondiale”, giovani chef italiani e stranieri già affermati nel panorama culinario internazionale.

“Rispetto per la natura, per le materie prima, per i clienti e i loro soldi e rispetto dei clienti verso cuochi e ristoratori che sono liberi professionisti e rischiano il loro” è stato il tema principale di questa edizione, presentato dal padre e curatore di Identità Golose, Paolo Marchi. Rispetto che ha caratterizzato le chiacchiere, le domande e le risposte di clienti, professionisti e amatori del cibo agli chef, scesi dal palco per incontrare il pubblico. E credo che saranno proprio questi momenti ad essere ricordati con maggior piacere da chi era presente al congresso, in particolar modo dai non addetti ai lavori: bellissime anche le chiacchierate, nei vari stand, fatte tra alcuni di questi chef e il pubblico alle quali spesso si accompagnava qualche piatto preparato dagli stessi cuochi.

IG2013_04

Grandi protagonisti di Identità Golose sono stati i due classici per eccellenza della cucina italiana, la pizza e la pasta, con grandi testimoni: tra i tanti ricordiamo Simone Padoan, Franco Pepe, Salvatore e Francesco Salvo per l’una, Matteo Baronetto e Francesco Frank Rizzuti per l’altra, che hanno proposto piatti all’apparenza complicati e di difficile riproduzione, ma che, grazie alle loro spiegazioni, si sono svelati essere facili da preparare.

Altri temi: frutta e verdura, i dessert e i libri di enogastronomia, e poi ancora i sapori e gli chef della Sardegna e delle Fiandre.

IG2013_06

Ma si è parlato – tanto e giustamente – anche di tutto quello che ruota dietro e intorno agli chef e cioè di chi lavora in sala: tra camerieri, maître e sommelier, il lavoro della sala è tanto duro quanto troppo spesso poco riconosciuto. Identità Golose quest’anno ha voluto porre l’attenzione sulla figura di chi lavora nelle sale e sul fatto che il ristorante è un lavoro di gruppo che inizia e finisce fuori dalla cucina.

Identità Golose, però, non è stato solo interventi ed esposizione di ricette. Tanti stand in rappresentanza di grandi eccellenze che ruotano intorno al mondo della cucina hanno popolato l’ampio spazio del MiCo. Ci è piaciuto molto lo stand del Molino Quaglia, che offriva pasta, pane e pizza preparati con le loro farine Petra e che ha avuto la bella iniziativa di regalare vasetti di pasta madre, cosa della quale noi siamo grandi sostenitori.

IG2013_02

IG2013_03

IG2013_07

Insomma, chef stellati, piatti eccezionali e prodotti di qualità: per noi è stata la prima presenza ad Identità Golose e siamo sicuri che non sarà l’ultima!

L’appuntamento è quindi alla decima edizione che si terrà nel 2014.

Per ulteriori informazioni sull’edizione appena conclusa potete visitare il sito www.identitagolose.it oppure cercare su twitter #IG2013. Anzi, vi proponiamo i tweet più significativi che abbiamo letto in questi giorni con l’hashtag #IG2013:

  • L’infanzia di Thiago e Felipe Castanho mi apre il cuore la cucina è 1 storia d’amore #Belém Brazil Remenso do Peixe #IG2013 (@nerinadinunzio)
  • #IG2013 @massimobottura senza conoscere la classicità non si può creare un nuovo piatto (@leLocuste)
  • “La qualità del lavoro inizia con la qualità del pensiero”. Simone Padoan a #IG2013. Ho fatto una mia silenziosa standing ovation (@Dan_Lerner)
  • “Sono i gesti ed il pensiero che fanno la differenza in un piatto” Pier Giorgio Parini #IG2013 (@giallafornelli)
  • #IG2013 Jordi Roca racconta di come dopo una cena con Gabriele Bonci ha realizzato il gelato di pasta madre. Vabbè, mito🙂 (@ci_polla)
  • #Sironi: “la cucina non perdona, prima o poi vien tutto a galla” Applausi spontanei della sala. #identitadisardegna #IG2013 (@Roberta_Deiana)

IG2013_05

Vogliamo rivolgere infine un ringraziamento particolare alla MAGENTAbureau, la società che, insieme a Paolo Marchi, organizza il Congresso Identità Golose e che ci ha permesso di essere presenti a questo evento.

Messo il tag:, , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: